49196499_2139580919440308_965480224047235072_nFine anno 2018.

Tempo di bilanci e progetti politici.

Il varo di una manovra recessiva penalizza la parte produttiva del Paese ( localizzata in maniera preponderante al Nord, ma non solo ) e relega in una dimensione culturalmente assistenziale e mortificante l’altra parte del Paese ( localizzata prevalentemente al Sud ).

Aumentare l’Ires per gli Enti non profit ( quel Volontariato a cui tutti gli amministratori e i cittadini si appoggiano ) decurterà’, di fatto, le risorse utilizzate per erogare servizi di sostegno alle fasce deboli dove lo Stato non arriva.

Il Partito Democratico lascia dietro le spalle un 2018 travagliato, ma con l’inizio dell’iter congressuale che si concluderà il 3 marzo.

È l’occasione per rilanciare un Partito riformista a vocazione fortemente popolare con un sostegno “ vero “ al Welfare familiare e ai pensionati, vicino alle Imprese medie-piccole con una “ reale “ rimodulazione fiscale che le tuteli dai rischi della globalizzazione e ne favorisca le occasioni di sviluppo.

Un Partito che riveli la sua anima ambientalista e la sua partecipazione emotiva alla crescita culturale del Paese ponendo al centro la Scuola e la valorizzazione del patrimonio artistico.

Un Partito con una chiara vocazione Europeista e che sia al fianco dei tantissimi e preparatissimi amministratori di CentroSinistra.

Soprattutto, però, un Partito Democratico con una forte dimensione unitaria che ne arricchisca i contenuti eliminando le lacerazioni.

È per questo PD che lavoreremo come Segreteria Provinciale di Varese.

Buon 2019 a tutti!